Come coltivare il ficus benjamina

Magari non si sa il nome di questa splendida pianta, ma sicuramente avrete visto molto spesso, nelle case dei vostri amici, e magari ogni volta avrete pensato come sarebbe stata bene nel vostro salone vero? Allora è arrivato il momento di avere il tuo ficus benjamina e coltivarlo al meglio, tutto questo lo potrai fare semplicemente seguendo questa guida di pochi semplici passi.

Esistono moltissime specie di ficus, ma quella più diffusa è sicuramente il ficus benjamina che ha sostituito ormai il ficus elastica. Questa specie è molto indicata per la crescita in casa perché molto resistente, ma soprattutto perché molto decorativa e bella da vedere grazie alla sua forma di piccolo alberello rigoglioso. Adesso vediamo nel dettaglio che cosa dovrai imparare per coltivarla e crescerla al meglio.

Come prima cosa dovrai trovare il posto ideale per sistemare la tua pianta, in modo da decorare al meglio la tua casa ma soprattutto da soddisfare le esigenze della tua pianta. Per quanto riguarda la luce il ficus ha bisogno di una media luminosità, anche se per qualche ora al giorno apprezza anche il sole diretto. Per quanto riguarda la temperatura quella ideale per lo sviluppo di questa pianta è la normale temperatura di un appartamento, anche se riesce a sopportare benissimo temperature più fresche (fino a un minimo di 12°C), così come sopporta bene anche temperature più alte purché associate ad una maggiore umidità dell’aria.

Per curare al meglio il tuo ficus dovrai annaffiarlo moderatamente nel periodo che va dalla primavera all’autunno, lasciando sempre asciugare un pò il terriccio prima di bagnare di nuovo. Nello stesso periodo dovrai aggiungere, ogni due settimane circa, all’acqua delle annaffiature del fertilizzante ordinario per piante verdi. In inverno quando la temperatura è bassa riduci le annaffiature, perché questo tipo di pianta teme molto l’acqua stagnata a livello delle radici.

Il ficus è una pianta molto robusta e riesce a vivere in appartamento con un minimo di cure per svariati anni. Dovrai solo non eccedere mai con l’acqua e fornire al tuo ficus un’adeguata luminosità. Fino a quando la pianta è giovane dovrai rinvasarla ogni primavera usando del normale terriccio, mentre quando la pianta è più grande ti basterà farlo ogni due tre anni, quando la pianta è adulta basterà anche solo sostituire lo strato superiore del terriccio in modo da rinnovare gli elementi nutritivi.

Il ficus è soggetto all’attacco del ragnetto rosso e della cocciniglia. Per eliminare il ragnetto rosso ti basterà aumentare l’umidità della pianta vaporizzando dell’acqua nel fogliame, in caso però l’infestazione sia grave dovrai usare un acaricida o un insetticida sistemico che assorbito dalle radici si diffonda nelle foglie. Per quanto riguarda la cocciniglia, se l’attacco non è molto grave, ti basterà eliminare uno a uno gli insetti con un cotton-fioc imbevuto di alcol, mentre se l’attacco e di grossa entità dovrai intervenire con un prodotto specifico tempestivamente. Adesso sai praticamente tutto sul ficus e sei pronto ad avere il tuo ficus in casa, quindi buon lavoro.

Coltivare FIcus Offerte su Amazon

Chiudi il menu